Le misure - PENIS ARTE

info@penisarte.com
PENISARTE
Vai ai contenuti

Menu principale:

Curiosità
      E L'ORA DELLA VERITA
      IL MOMENTO DI MISURARSI
      CON I VERI UOMINI
    Fatevi sotto & giù le mutande.

Quasi tutti gli uomini vorrebbero poter sfoggiare un enorme e duro zampone da film porno invece del loro fido, piccolo wurstell da cocktail party. Beh, scordatevelo. Se siete come la maggior parte degli uomini, per misurarvelo non avete bisogno di un metro. Tranne rare accezioni, le misure sono queste:

La lunghezza media di un pene a riposo è di 9,4 cm, per un diametro di 3,2 cm; la lunghezza media di un pene eretto è di 12,9 cm, per un diametro di 4,6 cm.
Di solito, l'organo maschile raggiunge il suo acme all'età di 17 anni.
Piccola consolazione.
Quanto più il pene è corto, tanto maggiore - in proporzione - sarà lo sviluppo in erezione. Gli amici il cui membro flaccido è sui 7 cm possono ambire al raddoppio, al culmine dell'eccitazione. Chi ce l'ha più grosso, invece, raramente può vantare una crescita altrettanto generosa... anche se va detto che parte avvantaggiato.
Com'è il naso così è i coso?
Non è detto. Le numerose storie secondo cui le mani, i nasi o i lobi delle orecchie di grosse dimensioni sarebbero un segno certo di altrettanta ricchezza tra le gambe sono smentite da anni di misurazioni scientifiche: la correlazione è infondata. Le dimensioni del pene dipendono in gran parte dai geni ereditati, non dai mocassini che uno porta.
L'incredibile ritiro del pene
La paura, lo stress, l'acqua gelida riportano fatalmente qualsiasi pene ai tempi delle elementari.
Nel corso delle annuali visite mediche, circa un terzo dei maschi si sente in dovere di giustificare le sue dimensioni con frasi del tipo: "dottore, le assicuro che di solito è molto più grosso".
Spolveratelo e fatene uso
La maggior parte degli urologi concorda sul fatto che fa un gran bene mantenere il pene sessulamente attivo. A ogni erezione, infatti , esso si riempie di sangue ricco di ossigeno, e l'ossigeno è essenziale alla conservazione del tessuto muscolare liscio che riveste l'interno delle sue arterie. Una carenza di ossigeno, invece, può provocare, a lungo andare, un'accumulo di collagene, rendendo l'erezione un dolce e lontano ricordo. Insomma, usate quell'arnese!

________________________________________________________________________________________________________________________
VOLETE UN PENE PIU' LUNGO DI 5 CENTIMETRI?
Promesse (e miraggi) dell'allungamento chirurgico del pene.
Questione di pari opportunità, forse. Per decenni, le donne si sono ingegnate per incrementare le misure del loro seno. Era inevitabile che anche ai maschi venisse in mente di intervenire sul proprio pene. Annunci di miracolosi ingrandimenti sono ormai onnipresenti anche su internet, con tanto di sbalorditive foto scattate prima e dopo l'operazione.
I Chirurghi, stufi della miseria garantita dagli interventi su arterie e cistifellee difficili, cominciano a intrevedere nuovi rosei orizzonti: i poveri galletti insicuri rappresentano una vera e propria miniera d'oro. I loro depliant traboccano di raggianti testimonial, rinati dopo una semplice operazione. E che cazzi! Imponenti e penzolanti tributi al progresso della chirurgia plastica.

Se all'ultimo check - up le vostre condizioni di salute sono risultate ottimali - e se avete in banca qualche milioncino ( si accettano carte di credito) - voi e il vostro pisellino potete ancora sperare. Sotto anestesia totale, il dottore vi praticherà un'incisione alla base del pene. Quindi, reciderà i principali legamenti che tengono il pene ancorato all'osso pubico, consentendo così a quei 2 o 3 centimetri di pene solitamente ritratti all'interno del corpo di protendersi all'esterno. ( A titolo di cronaca, va detto che tale procedimento è stato inventato in Cina dal Dott. Long ).   
A questo punto siete a metà strada, perchè oltre alla lunghezza bisogna pensare anche al diametro. Molti chirurghi soddifano questa esigenza iniettando sotto la pelle del pene il grasso purificato estratto dall'addome o dalla parte inferiore della coscia. Un'altra tecnica, nota come ingrandimento per trapianto dermico, prevede l'innesto sotto la pelle del pene di striscie di pelle prelevate, con tanto di grasso sottostante, dalle natiche.
Esiste, però il rovescio della medaglia: molti sono i casi di pazienti insoddisfatti, perchè le tecniche di allungamento conseguono risultati opposti. Spesso, nel punto in cui il legamento è stato reciso, si forma un tessuto cicatriziale che causa una ritrazione del pene superiore. In erezione, poi, il pene così operato punta più verso l'esterno che verso l'alto. Anche per le iniezioni di grasso esietono storie tristissime. Dopo pochi mesi, il grasso viene assorbito dal corpo e il pene si trasforma in una povera cosa gibbosa e irregolare. Il trapianto, invece, può dar vita a un bel wurstell fantasia, ma anche causare gravi cicatrici, perdita di sensibilità, disturbi dell'erezione e, in alcuni casi, impotenza. Non meraviglierà, dunque, che una nutrita schiera dia avvocati  si stia specializzando in questo nuovo genere di problemi "penali".

   COME INTERVENIRE SENZA CHIRURGIA :
      - Dimagrite
      - Tagliate i peli pubici
      - Accontentatevi di quello che avete

H E QUESTI... SONO FALLI NOSTRI H
penisarte.com
info@penisarte.com
Torna ai contenuti | Torna al menu