i Ristoranti - PENIS ARTE

info@penisarte.com
PENISARTE
Vai ai contenuti

Menu principale:

Curiosità

In Cina l'esclusivo ristorante che cucina peni di ogni genere!


Si chiama Guolizhuang ed è specializzato in peni di animali!

C’è chi non accetterebbe di mangiarlo neanche se pagato profumatamente e chi invece non bada a spese pur di avere l’occasione di assaggiare pene di Yak e gonadi di pecora, solo due delle decine di prelibatezze del Guolizhuang Restaurant a Pechino.




Un detto cinese dice: “I Cinesi mangiano ogni cosa con 4 gambe, eccetto i tavoli e ogni cosa che vola eccetto gli aeroplani” e a vedere i piatti presentati in questo ristorante non ne dubitiamo assolutamente.
Il bizzarro locale ha aperto i battenti nel 2006, offrendo ai clienti moltissime varietà di genitali animali, diventando un punto di riferimento mondiale per gli amenti di questo genere di cibi.


Molti cinesi sono convinti che mangiare genitali aumenti la potenza sessuale maschile e faccia miracoli per la pelle delle donne.
Dal 2006 il business ha avuto talmente tanto successo da permettere ai padroni di allargare il business, aprendo molti locali a Pechino e uno nella Chinatown di Atlanta.


Nonostante il cibo sia un po’ particolare, i bravissimi chef sono in grado di presentare i piatti in modo molto appagante per gli occhi e anche per la papille gustative. Curiosi sono anche i nomi dati alle specialità, tra cui ”The Essence of the Golden Buddha”, “Phoenix Rising”, “Jasmine Flowers with 1,000 Layers”, tutti nomi piacevoli per indicare pene di bue, gonadi di pecora e genitali d’asino a fette.




I clienti sembrano molti soddisfatti della riuscita dei piatti, con l’unica eccezione per i genitali che sono altamente sconsigliati alle donne a causa degli ormoni presenti, per evitare di alterare voce e peluria.


Stesso discorso per per i minori di 15 anni che a causa dell’alta percentuale di ormoni presenti nei piatti, non sono ammessi all’interno dei ristoranti della catena.

I prezzi non sono certamente tra i più bassi del mercato, si passa dagli altro 220 dollari per un membro di yak fino ai 1500 dollari per il pene di tigre (solo se ordinato con mesi e mesi di anticipo).

Fino ad arrivare al dolce ...anche questo naturalmente "a tema"

Bar Turrisi - Vino alla mandorla, Menù, Salute e...tanti tanti falli
E’ un bar fondato nel 1947, è passato da generazione in generazione, dal cavaliere Salvatore Turrisi al figlio Giuseppe, ai nipoti. Oggi il bar Turrisi rappresenta di certo uno dei luoghi di culto della Sicilia, imperdibile luogo dove è possibile degustare i tipici sapori mediterrannei in compagnia di sculture che rappresentano la fecondità e virilità dell'uomo. Provate ad immaginare di trovarsi su una antica struttura su quattro livelli, di stare in un posto dove Etna e mare, acqua e fuoco si possono osservare... questo è il bar Turrisi, è uno di quei luoghi ormai unici, così come "Focus" ci ha censiti tra i sette bar più particolari nel mondo. Ad accompagnare il tutto, un sorso del nostro speciale afrodisiaco vino alla mandorla. A tutto questo non poteva mancare il famoso nettare divino, il vino alla mandorla, che sintetizza in un elisir i nostri luoghi e profumi. Nella foto Il Bar Turrisi a Castelmola dal 1947

Non tutti i locali possono effettivamente definirsi caratteristici. Il caffè Turrisi lo è davvero.
In primis per la sua posizione, Sopra Taormina, a specchio sul mare Jonio.
Poi la sua posizione in Castelmola. Su una splendida piazza.
Accessibile facilmente dal parcheggio a pagamento dove è consigliabile lasciare la propria autovettura. Impossibile arrivare con un camper. Poi la sua struttura interna.
Piani piccoli, l'uno sull'altro.

Una scala molto stretta e una meravigliosa terrazza dove ho cenato. Ed, infine, una interminabile presenza di falli.
Di dimensioni e forme diverse. Piacevole l'ilarità della cosa. Si mangia divinamente. Il locale è pulito e non si paga molto. Da provare

tel +39 0942 28181
Piazza Duomo, 98030 Castelmola, Sicily, Italy

I FALLI
La storia dei falli ,o"minchia" nel nostro dialetto siciliano,non sono altro che una rappresentanza della cultura dei luoghi,e giammai il senso volgare del membro virile dell'uomo. Taormina e Castelmola,la sua storia, i bizzarri personaggi che ne sono stati i protagonisti, estetismi da salotto e follie d'alcova, amori e peccati, grandi amatori, grandi sognatori, grandi trasgressori. Furono questi luoghi ad ospitare le prime comunità gay al sole mediterraneo, negli ultimi decenni dell'Ottocento: fragili, inquieti e raffinati rampolli di illustri e ricche famiglie, che cullavano qui i “tormenti esistenziali della già decadente Europa”, intellettuali veri e presunti, incupiti nei salotti di Londra, Parigi, Berlino, che nella piccola “oasi” di Sicilia si abbandonarono ad ogni genere di stravaganze , sfrenatezze e libertà. Qui personaggi come D.H. lawrens,Gothe,Oscar Wilde ,Thomas Mann etc... V.W.Gloeden
barone tedesco che con le sue fotografie di nudi maschili rappresenteva quel mondo ellenico di cui la storia della Sicilia ne è intrisa.Qui il cavaliere Turrisi,che per spirito libero e per passione per la storia volle rappresentare qui,in questo bar tutta la cultura di qui tempi,creando così il famoso bar Turrisi. L’idea del fallo ha sicuramente suscitato inizialmente grande sgomento specialmente per il parroco, ma in realtà è un simbolo per nulla volgare ,si ritrova anche nella cultura dei Greci, antichi colonizzatori di questa terra. E’ il dio Priapo che ha rappresentato nell’antica Grecia la fecondità, la libertà, la fortuna, la vita e la bellezza. Questi ideali, che da sempre aleggiano nell’aria di questa terra calda e arida, trovano una collocazione ben definita in questo bar, che insieme agli altri elementi coreografici, come i carretti siciliani, pupi, chiavi di carretto ecc... cerca di sintetizzare parte della cultura siciliana. Il fallo è per altro un simbolo che ha rappresentato nell’antichità l’antidoto contro il malocchio, di cui non si può negare di certo la sua efficacia. Oggi questo luogo continua a portare avanti ciò che la storia ha lasciato, senza tralasciare le esigenza del presente.

E NON DIMENTICATE DI ANDARE A VEDERE I C.... NOSTRI

ANCHE LA CAPITALE HA IL SUO
RISTORANTE   del  C.... ?
Ma certamente il suo nome è :
Fraschetta E Che Cazzo

Questa è una caratteristica fraschetta situata ad Ariccia, conosciutissimo paese dei Castelli Romani poco distante dalla capitale.

"E che cazzo " è la prima e unica sala nel Lazio ad avere come tema "il pene".
La particolarità è che ogni accessorio (appendiabiti, lampadari, statue, vestiario dei camerieri)
ha come tema "il pene". Naturalmente sono previsti dei menù "particolari" anch'essi a tema!
Il locale è completamente fornito di aria climatizzata. Giusto appunto per non sentire esclamazioni del...!
Via dell'ucceliera, 00040 Ariccia, Italia     +39 333 182 8584

penisarte.com
info@penisarte.com
Torna ai contenuti | Torna al menu